Domenica 12 marzo alle ore 9.30 dal Palazzo Mauro De André prenderà il via la 43^ edizione della Valli e Pinete, che per il quarto anno offrirà agli agonisti la scelta tra due distanze, la classica mezza maratona e la 30 chilometri, entrambe su un percorso chiuso al traffico. La storica mezza maratona di Ravenna, amata dai podisti di tutta Italia per la peculiarità e la bellezza del paesaggio attraversato, dà ora pari dignità ad una distanza non omologata, ma sempre più partecipata, sia per l’accresciuta fame di endurance del popolo dei runners, sia perché rappresenta il primo test per le grandi maratone primaverili, Roma e Milano in primis.

A meno di una settimana dalla gara gli oltre 800 pre-iscritti, con una netta predominanza della distanza più lunga, fanno ben sperare che il muro dei 1000 competitivi potrebbe essere abbattuto per il secondo anno consecutivo, primo passo per superare le 4000 presenze derivanti dalla partecipazione alle camminate ludico-motorie di 2,5 e 6 km. Come consuetudine durate la conferenza stampa di presentazione della Valli e Pinete il presidente dell’Atletica Mameli premia un tesserato della società che si sia particolarmente distinto nell’annata sportiva. Il premio per la scorsa stagione viene attribuito dalla presidente Samantha Suprani a Federico Casadei promettente mezzofondista classe 98, studente del 5° anno dell’Istituto Alberghiero di Cervia e allenato dal professor Claudio Zani. Ha iniziato la stagione 2017 con il piede giusto siglando un buon 9’22”28 nei 3000 mt al Pala indoor di Ancona che lo colloca fra i migliori mezzofondisti in regione nella categoria juniores. Il 26/02 ha preso parte all’ultima prova di campestre regionale dove ha collezionato un 4° posto esattamente come le due prove precedenti. Sarà il nostro portacolori domenica a Gubbio ai campionati italiani individuali di corsa campestre.

E la conferenza stampa è anche l’occasione per consegnare due premi per ricordare da una parte uno dei fondatori della Valli e pinete e dall’altra colui che sul finire degli anni ’80 con la sua passione ha fatto fare il salto di qualità all’evento. Si aggiudica il Memorial Dott. Domenico Ravaglia 2017 la squadra OraSì Basket che grazie ai brillanti risultati ottenuti nelle ultime stagioni ha riportato alla ribalta questo sport a Ravenna. Il Memorial Ferdinando Bavelloni 2017 va a Marcello Tozzola portacolori degli Arcieri Bizantini che nell’ultimo anno ha collezionato una serie innumerevole di successi nelle gare alle quali ha partecipato a livello regionale e nazionale. Solo per citarne alcuni il 2 febbraio scorso si è aggiudicato il titolo regionale indoor di categoria e la squadra ha conquistato la medaglia d’argento, mentre è ancora più fresco il 5° posto ai Campionati Italiani indoor di specialità.

La Valli e Pinete inizia sabato 11 marzo con “A spasso con Dante”, la quarta edizione del circuito nazionale dedicato al Sommo Poeta. L’iniziativa fa parte di un circuito tra sport e cultura che lega le manifestazioni podistiche delle Città di Dante (Firenze, Forlì, Verona e Ravenna) a ricordo della più antica corsa al mondo, quella del Drappo Verde, una manifestazione che a Verona esiste dal 1208, alla quale Dante ha assistito con meraviglia tanto da ricordarla nel XV Canto dell’Inferno. Quest’anno l’itinerario  è circoscritto alla zona dantesca, la così detta zona del silenzio. Partenza alle ore 15.30 dal Museo Dantesco. Atletica Mameli ringrazia partner e sostenitori che permettono lo svolgimento di una delle manifestazioni sportive più longeve della città, in particolare Conad, ADVS, Yoga, BPER Banca e Deco Industrie. Le iscrizioni on line sono attive fino al 9 marzo su www.valliepinete.it ma sarà possibile iscriversi anche il giorno stesso direttamente al Palazzo Mauro De André fin dalle ore 7.


 


Valli e Pinete, primo appuntamento con la corsa
nell’anno di Ravenna Città Europea dello Sport

Comunicato stampa

La Valli e Pinete inizia sabato 5 marzo con “A spasso con Dante”, la seconda edizione del circuito nazionale dedicato al Sommo Poeta che è stata presentata la scorsa settimana a Firenze, in Palazzo Vecchio, dall’Assessore allo Sport Guido Guerrieri assieme al collega fiorentino e al Comitato Organizzatore. Il circuito comprende le quattro città che ospitarono l’Alighieri e coinvolge l’organizzazione delle mezzemaratone delle Città di Dante, assieme alla gara organizzata dall’Atletica Mameli, il “Palio del drappo verde” di Verona, la “Half Marathon Firenze Vivicittà” e la “Run Tune Up” di Bologna. Dal punto di vista storico, ognuna della città di Dante ha episodi, luoghi vissuti e tracce che ricordano la presenza del poeta: dalla casa natale di Firenze, alla Torre Garisenda di Bologna, dal Palio di Verona alla Pineta e i luoghi di Ravenna. E sarà proprio dagli Antichi Chiostri Francescani, precisamente da dove furono trafugate le ossa del poeta, che partirà alle ore 16 un percorso nella Ravenna dei tempi di Dante, un itinerario realizzato da Trail Romagna e animato dai ragazzi di Dante in Rete che declameranno i canti della Commedia ‘dedicati’ a Ravenna: dalla Pineta di Classe (Purgatorio, Canto XXVIII) a Paolo e Francesca (Inferno, Canto V), da S. Pier Damiani (Paradiso, Canto XXI) ai Da Polenta (Inferno, Canto XXVII).
Ma il circuito è anche e soprattutto corsa e, all’arrivo, tra i premiati ci sarà sicuramente Emanuele Conti che nella classifica al meglio delle tre corse del circuito si è classificato primo con la media di 1:23:13. Il runner appassionato di ciclismo vince un week end per due nella città di Dante con ingressi a due musei, a conferma del connubio sport-cultura-turismo.
Domenica 6 marzo alle ore 9.30 dal Palazzo Mauro De André prenderà il via la 42° edizione della Valli e Pinete, prima manifestazione podistica dell’anno che vede Ravenna Città Europea dello Sport, che per il terzo anno offrirà agli agonisti la scelta tra due distanze, la classica mezza maratona omologata Fidal e la 30 chilometri. La storica mezza maratona di Ravenna, amata dai podisti di tutta Italia per la peculiarità e la bellezza del paesaggio attraversato, dà ora pari dignità ad una distanza non omologata, ma sempre più partecipata, sia per l’accresciuta fame di endurance del popolo dei runners, sia perché rappresenta il primo test per le grandi maratone primaverili, Roma in primis. Ad una settimana dalla gara gli oltre 700 pre-iscritti, equamente suddivisi nei due percorsi, fanno presupporre che il muro dei 1000 competitivi potrebbe essere abbattuto, primo passo per superare le 4000 presenze derivanti dalla partecipazione alla non competitiva di 21 km, alle camminate di 2,5 e 6 km e al nordic walking che coprirà un nuovo percorso di 12 km principalmente su sterrato.
In supporto agli oltre 100 volontari accorreranno i ragazzi dell’ITC Ginanni iscritti al corso di management sportivo che, coordinati dal professor Proietti, ricopriranno incarichi di assistenza tecnica. Il giorno della Valli e Pinete, domenica 6 marzo, sarà anche l’ultimo giorno per chiamare il numero solidale 45501 e donare un piccolo contributo alla Lega Italiana Fibrosi Cistica. L’Atletica Mameli aderisce all’iniziativa solidale Sport for FC e promuove la campagna #unrespirodipiù per essere vicini ai pazienti che si confrontano con questa malattia. Come consuetudine durate la conferenza stampa di presentazione della Valli e Pinete il presidente dell’Atletica Mameli premia un personaggio della società che si sia particolarmente distinto nell’annata sportiva. Il premio per la scorsa stagione viene attribuito dalla nuova presidente Samantha Suprani al professor Claudio Zani, allenatore del settore giovanile che continua a coltivare e costruire giovani talenti che si distinguono nelle manifestazioni sportive – come i recenti campionati italiani di corsa campestre – ma soprattutto nell’impegno di tutti i giorni in un età in cui costanza e sacrificio sono merce rara. Argomenti che mister Andrea Mandorlini conosce bene avendo ricoperto, sempre ad altissimi livelli, entrambi i ruoli. Una carriera lunghissima e costellata di successi, dai colori giallorossi di casa al debutto in serie A appena  maggiorenne, dall’apice della carriera da difensore moderno e ‘deciso’ dello scudetto dei record ottenuto con l’Inter di Giovanni Trapattoni alla straripante scalata da allenatore autore della rinascita dell’Hellas Verona che ha guidato dalla Lega Pro alla serie A. È ad Andrea Mandorlini, uno dei più grandi nomi dello sport ravennate che va il premio Memorial Ferdinando Bavelloni 2016. Atletica Mameli ringrazia partner e sostenitori che permettono lo svolgimento di una delle
manifestazioni sportive più longeve della città, in particolare Conad, Yoga, Banca Popolare dell’Emila Romagna e Metro srl.

Le iscrizioni on line sono attive fino al 3 marzo su www.valliepinete.it ma sarà possibile iscriversi anche il giorno stesso direttamente al Palazzo Mauro De André fin dalle ore 7.